top of page

Cersal srl

Cersal, un'impresa familiare

Durante quasi novant'anni, si sono aggiunti diversi settori di attività, diventando parte della strategia, che oggi è focalizzata, direttamente o attraverso filiali dedicate o investimenti in aziende attive in: carbone, coke e prodotti chimici; materie prime, intermedi industriali e semilavorati; prodotti in ceramica, porcellana, vetro e acciaio per la casa, articoli alberghieri e torrefazioni; logistica; articoli sportivi; contratti di agenzia e distribuzione; impianti.

La nostra storia

Fondata nel 1933 da Carlo Salmini e Lodovico Cerato (inizialmente con il nome di Cerato & Salmini), Cersal è giunta alla terza generazione.

I due fondatori, cognati, hanno condiviso la loro precedente esperienza presso un'azienda di famiglia (Gius. di A. Vianello-Moro), attiva a Venezia dalla fine del 1800 nell'importazione di carbone e coke.

Nel corso degli anni Cersal ha detenuto alcune importanti partecipazioni - da sola o con soci - in società operanti nella produzione e/o vendita di coke e carbone, combustibili liquidi, energia elettrica, logistica e terminal portuali.

Oggi il suo portafoglio diversificato di investimenti comprende società attive nei servizi logistici e nel commercio di prodotti che sono anche al centro delle attività tradizionali di Cersal, con interessanti sinergie.

Una miniera di lignite è stata gestita, in Toscana (“Miniera le Carpinete”) a partire da prima della seconda guerra mondiale; la gestione di tale società è terminata all'inizio degli anni '50.

Negli anni 1960-1970 ha operato nella vendita di combustibili liquidi (olio combustibile denso e gasolio per riscaldamento industriale e domestico tramite ”A.L.R.O.C. - Azienda Lagunare Rifornimenti Olii Combustibili”, distribuiti con imbarcazioni agli edifici privati e pubblici di Venezia), nella vendita di benzina tramite stazioni di servizio stradali, sotto le bandiere "Gulf Oil" ed "Esso", tramite “Adriatica Carburanti & Lubrificanti”.

Nel 1964 i fondatori di Cersal fondano ” S.I.A.P. SpA - Società Industriale Agglomerati e Prodotti Petroliferi”, oggi appartenente alle famiglie Cerato e Salmini più Cersal. Con sede e operazioni principali ad Ancona, Italia, è ora principalmente concentrata nei ricarburanti per la produzione di acciaio e nei servizi logistici portuali. Attiva nella distribuzione di gas naturale attraverso una partecipazione di minoranza nel Gruppo Società Gas Rimini.

Fin dall'inizio degli anni '80 principalmente attraverso l'antenna di Trieste, situata a ridosso del confine sloveno, sono stati sviluppati collegamenti fondamentali attraverso una profonda conoscenza del mercato, con aziende situate in Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia Erzegovina e Macedonia, sia in import che in export. Particolare attenzione è stata attribuita alle operazioni di "conto autonomo / malo granicni", disponibili per le aziende con sede nelle zone di Gorizia e Trieste e Koper - Nova Gorica - Umago. Le operazioni in contropartita, essendo le preferite, hanno indotto Cersal ad ampliare il portafoglio prodotti.

Da uno di questi controscambi con l’attuale Inkerpor, Cersal ha iniziato ad occuparsi di porcellana. Tuttora ha un ruolo importante la commercializzazione di prodotti in ceramica, porcellana, vetro e acciaio per la casa, articoli alberghieri e torrefattori, operando principalmente attraverso Frivar, una partecipata dedicata.

Tra le attività e gli investimenti più rilevanti, Cersal è stata coinvolta - come partner - nella privatizzazione fatta nel 1994 dal Gruppo ENI dell'unica e sola italiana, nonché una delle poche in Europa, società produttrice di coke da fonderia “Italiana Coke”, all’epoca proprietaria anche di due ex stabilimenti di produzione di coke, Vado Ligure e Marghera. Durante la partecipazione di Cersal, Italiana Coke ha trasformato questi due siti in terminal portuali, principalmente per la movimentazione di materiali alla rinfusa, attraverso le società “Terminal Rinfuse Italia S.r.l.” e “Terminal Rinfuse Marghera S.r.l”.

Nel 1999, grazie all’esperienza e al know-how nelle operazioni terminalistiche portuali, Italiana Coke ha anche acquisito, dalla privatizzazione condotta dall’Autorità Portuale di Venezia, la società “T.M.B. – Terminal Molo B”, il maggior operatore di terminal rinfuse del porto di Venezia, confluita, con la “Terminal Rinfuse Genova” nella “Terminal Rinfuse Italia”.

Marco Salmini, presidente di Cersal, è stato coinvolto nelle attività sopra descritte come amministratore esecutivo, compreso un lungo periodo come presidente di Italiana Coke quando il fatturato annuo della società era di 120 milioni di euro, e di Terminal Rinfuse Italia era di 50 milioni di euro.

Sia le quote di Italiana Coke che quelle di Terminal Rinfuse Italia sono state cedute da Cersal anni fa, mantenendo una partecipazione del 35% nella società “Intermodale Marghera” (attiva nella logistica nell’ex sede della Vetrocoke). L'impianto è situato in una zona strategica dell'area portuale di Venezia, dove sono in corso importanti sviluppi di progetti logistici.

A partire dal 2005 Cersal ha incubato un progetto di start-up della divisione sport che da allora è cresciuto fortemente fino a diventare leader di mercato nell'occhialeria e nei dispositivi di protezione per gli action sports: sciatori, snowboarder e mountain bikers appassionati. Iniziativa partita sotto la direzione dell'ingegnere dei materiali Carlo Salmini (Jr), entrato in azienda come imprenditore di terza generazione della famiglia Salmini, dallo sviluppo e dalla distribuzione di prodotti di alta gamma per la protezione del corpo con il marchio Slytech™, che hanno permesso agli atleti di vincere medaglie d'oro alle Olimpiadi dal 2006. Nel 2006 la divisione sportiva ha anche lanciato il marchio Shred.™. Il business è gestito dal 2011 attraverso uno spin-off, Anomaly Action Sports, di cui Cersal detiene il 18% attraverso una holding con sede negli Stati Uniti, il cui resto delle azioni è di proprietà del plurimedagliato d'oro olimpico Ted Ligety, 18% e di due investitori statunitensi per il resto. I prodotti sono distribuiti in tutto il mondo: www.shredoptics.com

Pur mantenendo l’attività nei settori di applicazione delle materie prime, come descritto sopra, nel corso degli anni sono state sviluppate particolari competenze anche nel settore dei semilavorati, dei prodotti finiti. L’approvvigionamento viene garantito privilegiando i rapporti con i fornitori, anche mediante accordi di agenzia e distribuzione. Ad esempio Cersal agisce come agente e / o distributore per promuovere le vendite, in mercati o settori definiti, per le seguenti società:

- Plama-pur dd, Podgrad (Slovenia): prodotti in schiuma di poliuretano;

- Vetriceramici Srl, Spezzano di Fiorano (Modena, Italia): produzione di materie prime a marchio "Ferro" per piastrelle in ceramica ed inchiostri ceramici per stampa digitale;

- Syntomer, Courtaboeuf Cedex (Francia): additivi per industrie chimiche;

- Inkerpor doo, Zaprešić (Croazia): stoviglie in porcellana;

- Egyptian German Porcelain Co., Alexandria (Egitto): vasellame in porcellana.

Cersal intende sviluppare ulteriormente il settore delle materie prime, affiancandolo alla vendita di impianti e macchinari necessari per l’evoluzione tecnologica dei fornitori esteri.

A titolo di esempio: settore ceramico. L’evoluzione avvenuta nel settore delle piastrelle, in cui Cersal opera già da anni, si sta ora trasferendo al settore della porcellana da tavola. L’adozione di impianti da stampa digitale, che andrà progressivamente a sostituire l’applicazione manuale delle decalcomanie utilizzate per creare le decorazioni, richiede la fornitura di componenti essenziali, quali stampanti digitali che impiegano specifici inchiostri ceramici.
 

bottom of page